Torna alla homepage
i software gestionali professionali
|Skype|Email
Saremo disponibili
lunedì 19 agosto a partire dalle ore 9. Buon weekend.

 

Vedi tutte le domande su:

oppure

cerca   in

FAQ su Aprile e Icaro
Generale

1. "Come visualizzare il planner suddiviso per lavoranti ?"

Con due semplici passi:

1) definire i lavoranti come risorse del planner, e assicurarsi che le risorse in questione siano marcate come "visibili"
2) dalle preferenze del planner, scegliere "visualizza" > "1 risorsa per colonna".

Bisogna tenere presente però che le risorse sono personali per ogni utente di Aprile, quindi le risorse del Supervisore (i lavoranti, ad esempio), saranno diverse da quelle di qualunque altro utente di Aprile ; gli altri utenti non vedranno il planner del Supervisore con tutti i lavoranti e relativi appuntamenti, ma ciascuno il proprio planner personale.

Si può aggirabile l'ostacolo facilmente, comunque, editando, a cura del Supervisore, i permessi degli utenti, abilitando il permesso "cambia utente planner". In questo modo gli utenti che ne avranno il permesso potranno, selezionando "preferenze" nel planner, cambiare l'utente di riferimento per il planner in "Supervisore", accedendo quindi di fatto al planner del Supervisore con tutti i lavoranti.

Keywords: planner lavoranti lavorante aprile

2. "Si puo' fare il riconoscimento del cliente con l' impronta digitale anzichè con le tessere a banda magnetica?"

No, questo genere di sistemi è costoso dal punto di vista hardware e complesso dal punto di vista software, ed è giustificato solo in ambiti dove la sicurezza è requisito essenziale, a prescindere dai costi.

Keywords: riconoscimento impronta impronte digitale digitali aprile

3. "Perchè Aprile non imposta automaticamente un codice cliente numerico progressivo nelle anagrafiche ?"

Perchè non avrebbe alcuna utilità. Il codice cliente in Aprile è stato pensato per essere usato per distinguere i clienti con delle sigle alfanumeriche.

Ad esempio C07 potrebbe voler dire che un cliente è della città (C) ed è venuto per la prima volta nel 2007 (07) ; aggiungendoci poi magari un asterisco (C07*), può voler dire che è un cliente particolarmente assiduo. E così via.

Il codice è di fatto un campo ad uso libero, non è pensato per contenere una numerazione progressiva. D'altronde, avendo decine o centinaia di clienti in archivio, difficilmente ci si ricorderebbe i codici di tutti e li si cercherebbe per codice. Eventualmente per tessera (leggendo il codice a barre) o per nome, ma non certo per codice.

Keywords: aprile "codice cliente" codice cliente clienti anagrafica anagrafiche progressivo

4. "Che tipo di lettore e di tessere magnetiche possiamo utilizzare?"

Come lettore si può utilizzare un qualunque lettore di tessere a banda magnetica USB in emulazione di tastiera. Le tessere devono essere codificate con codice EAN a 13 cifre: le prime 12 cifre del codice rappresentano il numero della tessera, e la 13ma il check digit.
La numerazione progressiva non necessariamente deve partire da 1, si può decidere autonomamente in fase di generazione dei codici (vedi pannello clienti > pulsante "stampe" > etichette tessere con barcode > stampa su A4).

In alternativa alle tessere a banda magnetica, si possono usare delle tessere con stampigliato sopra il codice a barre, in accoppiata ad un lettore usb in emulazione di tastiera (penna ottica, o scanner laser, anche da banco - tipo supermercato).

Keywords: aprile tessere tessera magnetica magnetiche "tessera magnetica" "tessere magnetiche" lettore card

5. "Quanto costa esattamente personalizzare la grafica dei documenti (fatture, ddt, preventivi, ecc.) ?"

Dipende dalla complessità. Il massimo è di 75 euro+iva per singolo modulo.

Keywords: personalizzazione modulo modulistica modulo moduli fattura preventivo ordine ddt ricevuta fiscale

6. Uso della tessera sanitaria per inserire o cercare clienti.

E' necessario innanzitutto acquistare dalla Nexus Technologies il kit di lettore di tessera sanitaria + relativo software (clicca qui per dettagli).

Nel software "Tessera sanitaria" fornito dalla Nexus, è necessario impostare come profilo attivo e predefinito la stringa che vi avremo indicato, copincollandola esattamente.
Assicurarsi quindi che il programma sia attivo e funzionante nella traybar (vicino all'orologio, cioè).
Questo è tutto, dal punto di vista della configurazione.
Nel gestionale non è necessario fare nessuna impostazione di nessun genere, è sufficiente aprire la scheda di un cliente (nuovo o già esistente) e strisciare la tessera sanitaria, oppure premere il pulsante per acquisire i dati da tessera sanitaria (è indifferente), per ritrovarsi la scheda compilata con i dati in questione.
Per eseguire la ricerca di un cliente, in modo analogo, basta avere davanti la griglia con i clienti, e strisciare la tessera sanitaria: verrà identificato, se presente, il cliente i cui dati corrispondano a quelli contenuti sulla tessera.

Keywords: tessera sanitaria nexus ricerca cliente inserimento dati

7. "Dalla pagina "allegati", usando "apri allegato", con un allegato PDF, questi non viene aperto, nonostante ci sia Adobe Reader installato e qualunque altro PDF, al di fuori del programma, si apra correttamente"

Eliminare Adobe AIR dalla esecuzione automatica (si può fare con un software come CCleaner), e terminarlo dall'elenco dei processi attivi.

Keywords: pdf adobe reader acrobat air allegato allegati

8. Posso utilizzare il gestionale direttamente da pen drive?

Si, ma è necessario usare un pen drive veloce (verificare le prestazioni: devono essere almeno 100MB/s in lettura e scrittura) e su porta usb 3.0.

Keywords: pen drive chiavetta chiavette usb

9. E' possibile stampare le ricevute fiscali su carta termica in modulo continuo sulle quelle stampantine compatte che sono così belle e comode?

Aprile permette (volendo) di stampare proforma (non fiscali) su stampanti a rotolo in carta termica, ma non supporta la stampa di documenti fiscali sulle stesse stampanti. E lo fa per svariate buone ragioni.

Se è vero che questo genere di stampanti hanno alcuni VANTAGGI:
- occupano poco spazio
- il rotolo di ricevute è continuo, quindi non c'è bisogno di inserire le ricevute singolarmente al momento della stampa

E' anche vero che hanno PARECCHI SVANTAGGI:
- costo elevato di acquisto
- costo elevato di realizzazione della modulistica in continuo su carta termica
- alcuni driver hanno difficoltà a gestire correttamente il salto pagina, col risultato di avere ricevute sfasate, oppure difficoltà a raggiungere il punto di strappo - problematiche in genere non risolvibili via software, o risolvibili solo con lunghi e complessi test pratici della stampante presso la nostra sede, con tutti i costi connessi (a carico del cliente)
- le stampanti non sono utilizzabili per stampare ricevute alternandole a proforma (non fiscali): bisognerebbe infatti aprire il coperchio e sostituire ogni volta il rotolo fiscale con quello non fiscale, e viceversa.
- le stampanti, per via del formato carta ridotto, non sono utilizzabili per stampare nient'altro: niente statistiche, niente estratti conto cliente, niente inventari... insomma, nessuna delle stampe che il gestionale produce, e per le quali risulta quindi indispensabile avere, in più, anche una stampante tradizionale.

Meglio una stampante tradizionale, laser, magari in versione compatta (ormai ce ne sono che occupano davvero pochissimo spazio), si risparmia sull'acquisto della stampante, sulla realizzazione della modulistica (duplice copia su A4 con microperforazione al centro per lo strappo.. la si realizza in tipografia con pochissimi euro), e in più si può usare la stampante per farci di tutto.. volantini, promozioni, listini, estratti conto, inventari di magazzino, eccetera eccetera.

Keywords: stampanti rotolo carta termica stampante

Scontrini e vendita a banco

1a. "Aprile ha un modulo di vendita a banco, ma anche la possibilità di emettere scontrini dopo aver compilato una ricevuta associata ad un cliente. Non è un doppione ?"

No. La vendita a banco è pensata per la vendita di prodotti e prestazioni a clienti occasionali, la cui anagrafica dunque non è registrata nel programma.

Keywords: aprile "vendita a banco" scontrini scontrino ricevuta

1b. "Perchè non aggiungere la possibilità di associare un cliente ad ogni vendita a banco ?"

Collegare i clienti alla vendita a banco costituirebbe un doppione rispetto alla
gestione delle ricevute. Se si vuole attribuire una vendita (di prestazione o di prodotto) ad un cliente i cui dati anagrafici sono già stati inseriti in archivio, è opportuno passare per le ricevute, compilarne una e poi stamparla o eventualmente emettere uno scontrino: in questo modo il documento con il relativo dettaglio resterà agganciato al cliente, ed entrerà a far parte integrante dello storico dello stesso (utile anche a fini statistici).

Keywords: aprile "vendita a banco" cliente associare

Se non trovi risposta inviaci direttamente la tua domanda:
(compilare tutti i campi)

Nome o ragione sociale:

Domanda:

(casella di controllo anti-bot) indica sotto la somma di 2+2: